giovedì 7 gennaio 2016

Analisi FTSE MIB

Premesa: L'ultimo anno del Presidente USA uscente sin dagli anni 2000 è sempre coinciso con mega crolli delle borse e in genere di tutti i mercati finanziari e di tutti gli asset. 2000-2008... e 2016??? vedremo, ma le premesse di questi primissimi giorni dell'anno fanno riflettere.
Sarà perchè il presidente uscente al secondo mandato non può essere rieletto e quindi esce di scena senza perdere consensi, mentre il presidente entrante si potrà prendere i meriti e quindi consensi della ripresa dei mercati e dell'economia, ma nei due precedenti casi questo è quanto si è verificato...
Detto questo il nostro indice, che nelle prime 4 sedute del 2016 sta perdendo circa un 7% oggi vale 19.950 punti sta perdendo un livello di supporto importante di area 20.150 punti e sta pericolosamente avviandosi verso trend ribassisti che vedono come livelli supportivi nell'ordine:

area 17.800/17.500

e al cedimento dei 17.500

area 15.000

sotto questo livello un nuovo test dei minimi di area 12.300 diventa molto probabile

FTSEMIB Settimanale


















Il secondo grafico invece è sempre l'indice FTSEMIB ma a barre mensili ed è straordinario notare come tutto il movimento dal 2009 sia simmetricamente perfetto. La proiezione che ne segue, se venisse rispettato alla perfezione, vedrebbe un nuovo ribasso da questi livelli di circa un altro 40% seguito poi da un nuovo violento impulso rialzista che riporterebbe i valori da 12.000 ai 40.000 in pochi anni.

FTSEMIB Mensile



1 commento:

  1. Preciso, come chiesto anche da un lettore su altro post che allo stato attuale dopo il reset in corso, a mio modesto avviso solo una cosa potrebbe far fare un rally tale al nostro indice. Ovvero il consolidamento dei titoli di stato in pancia all BCE al termine del Q.E. con l'istituzione degli Eurobond.
    Una simile bomba atomica finanziaria sarebbbe la sola cosa capace di far fare un mega rally al nostro derelitto indice che ritornerebbe ai fasti degli anni 2000.(Anche se poi dopo altri 5 anni lo stesso i nodi verrebbero al pettine se non si procederà a perfezionare un unione fiscale, politica, ecc... ecc...)

    Senza Eurobond il destino mi pare segnato, spaccatura della zona Euro con la Germania e altri paesi saltelliti che usciranno dall'euro e adotteranno un euro2 o altra valuta.

    RispondiElimina